Tag Archives: quarto

Cittadini campani per un piano alternativo dei rifiuti: breve resoconto della riunione del 24 gennaio

25 Gen

Si è tenuta alle ore 18:00 di Martedì 24 Gennaio 2012,  presso l’Hotel Royal-Continental, una riunione dei Cittadini Campani per un Piano Alternativo dei Rifiuti. Nell’elencare i punti all’ordine del giorno, si è tenuti a sottolineare come l’approvazione (scontata) del Piano dei Rifiuti della Regione abbia turbato tutti, ma di certo non rappresenterà un deterrente alle azioni per l’attuazione di un Piano Alternativo dei Rifiuti. Uniti si troverà il modo di fronteggiare le minacce di un imminente futuro. In tal senso, assume nuovi significati l’appello lanciato da ALEX ZANOTELLI per un’assemblea pubblica contro il piano regionale rifiuti, alle ore 19:30 di giovedì 26 gennaio 2012 presso la sede Mani Tese Campania (presso la stazione Museo della linea 1 del metrò),  alla quale l’assemblea ha convenuto di partecipare in massa, magari dopo aver fatto visita alla riunione prevista per lo stesso giorno presso la sede di ISDE, medici per l’ambiente, in Via Santa Teresa degli Scalzi 24,  sul piano rifiuti regionale, alla presenza dello stesso Alex Zanotelli e del magistrato Donato Ceglie.

Sono quindi state portate avanti alcune riflessioni di tipo organizzativo, in special modo sull’impiantistica legata alla raccolta differenziata. Qualsiasi nostro sforzo si rivelerà inutile se entro la fine dell’anno non saranno in funzione un adeguato numero di IMPIANTI DI COMPOSTAGGIO. Non si salverà la città di Napoli, nè gli altri ambiti provinciali, dalla logica diseconomica del trasporto dell’umido fuori regione che inficia l’incremento del porta a porta. Questo è il target, questo il risultato industriale tangibile da contrapporre (perché funzionante) a discariche ed inceneritori.

Si è inoltre stabilito di partecipare alla manifestazione contro la discarica nel Comune di Quarto, prevista presso l’aula consiliare del Comune ed organizzata dal Comitato per il no alla Discarica nè al Castagnaro nè altrove. Una rappresentanza dei Cittadini campani per un Piano alternativo dei rifiuti renderà parte, inoltre alla riunione della Consulta Ambiente convocata dall’assessore Sodano per Giovedi 2 febbraio 2012 alle ore 16,30 a Napoli, antisala dei Baroni, Maschio Angioino, con all’ordine del giorno : attività svolta, programmi dell’Assessorato per il 2012 ed elezione di due componenti per Osservatorio “rifiuti Zero”.

Sono stati infine  letti e discussi attentamente il comunicato stampa del Dr. Esposito sull’ultima riunione dell’Unità di Crisi NO Discariche nel Nolano ed il documento della Rete dei Comitati Vesuviani del 15 gennaio, per approfondire l’informazione su Cava Sari ed ambito vesuviano.

Annunci

Il Comitato partecipa alla grande manifestazione di Quarto: no alle discariche, a Cava Spinelli come altrove

29 Gen

 

Ecco il testo del servizio realizzato in occasione della manifestazione tenutasi a Quarto sabato 29 gennaio 2011:

 

 

Associazioni, partiti politici, sindacati, comitati e semplici cittadini del territorio di Quarto e delle zone limitrofe si sono dati appuntamento sabato 29 gennaio, per protestare contro l’ipotesi, avanzata dalla Provincia di Napoli, dell’apertura di una discarica nel sito di Cava Spinelli, nell’immediata periferia del comune flegreo. Oltre a questo, però, gli obiettivi principali della manifestazione erano, da un lato, quello di dire un no generale alla logica di un ciclo dei rifiuti basato su discariche ed inceneritori che fino ad oggi ha solo devastato il territorio della Campania e permesso l’infiltrazione delle organizzazioni criminali, e dall’altro, quello di informare la popolazione sulle possibilità e sui vantaggi di una gestione virtuosa di tale ciclo, basata su riduzione a monte, raccolta differenziata, riciclo e riuso dei materiali, ed attuata attraverso la costruzione di isole ecologiche, impianti di compostaggio e recupero dei materiali a basso impatto ambientale, sul modello di quello attualmente in funzione nel Comune veneto di Vedelago. Una gestione che preveda magari anche, al posto dell’attuale TARSU, Tassa sui Rifiuti Solidi Urbani basata sui metri quadrati degli immobili condotti, l’istituzione di una TIA, Tariffa sull’Igiene Ambientale basata invece sulle quantità di rifiuti effettivamente prodotti dai singoli cittadini, che andrebbe a premiare gli utenti più virtuosi in materia di gestione dei rifiuti.

Il corteo, partito alle ore 14 dalla Villa Comunale, ha attraversato alcune delle principali strade cittadine, tra cui la centralissima Via Campana, per concludersi proprio all’ingresso della cava. Davvero massiccia l’affluenza, stimata in oltre diecimila persone, così come la partecipazione delle organizzazioni della società civile, dalle associazioni ambientaliste come Legambiente ed il WWF, ai sindacati come CISL e CGIL, ai partiti politici, fino ai comitati No discarica nati in questi anni sui territori più devastati dalla tragica emergenza rifiuti come Chiaiano, Pianura, Giugliano, Terzigno ed Acerra. E tra questi ultimi c’era anche un rappresentanza del Comitato No Discariche dei Comuni a Nord di Napoli, che ha sfilato con un cartello che testimoniava la sua solidarietà e vicinanza agli abitanti di Quarto e che ha ricevuto per questo sentiti apprezzamenti da parte di alcuni dei partecipanti al Corteo.