Tag Archives: napoli nord

Riprendono le attività del Comitato: ma prima… tracciamo un bilancio dei primi otto mesi

6 Set

Il nostro Comitato è nato a gennaio di quest’anno sull’onda dell’indignazione determinatasi con l’ennesima crisi rifiuti scoppiata in provincia di Napoli a fine 2010. L’evento che ha determinato la scelta, da parte di un gruppo di persone residenti nei Comuni a Nord di Napoli (Afragola, Acerra, Casalnuovo, Casoria), di impegnarsi in prima persona costituendo un comitato che rappresentasse le istanze dei cittadini è stata l’ennesima dimostrazione dell’incapacità delle Istituzioni locali (Provincia di Napoli in primis, ma anche Regione Campania e molti Comuni) ad affrontare seriamente il problema nell’interesse della salute pubblica.

Il continuo ricorso, anche contro il parere della Comunità Europea, a piani che prevedono unicamente discariche e incenerimento dei rifiuti, assolutamente dannose per la salute, hanno costretto i cittadini stessi ad informarsi circa soluzioni ecosostenibili adottate in altre parti del mondo e che hanno risolto definitivamente il problema dello smaltimento rifiuti. Vedi negli Sati Uniti i casi di San Francisco, San Diego, Los Angeles. In Italia esistono in Toscana casi di piccoli Comuni che hanno avviato strategie di rifiuti zero e che ad oggi sono i precursori di un ciclo virtuoso dei rifiuti a 360 gradi. Siamo in contatto con loro, la Campania, solo grazie ai cittadini, vuole percorrere quelle orme.

Tutti i Comitati della Campania, e così anche il nostro, sono nati in seguito alla possibilità di insediare o in alcuni casi estendere discariche sui propri territori. A Giugliano (Taverna del Re), nel Vesuviano e in tutti i territori già martoriati da decenni di sversamenti tossici legali e illegali, che hanno rapidamente saturato la capacità di dette discariche, i Comitati sono stati i primi ad iniziare estenuanti lotte con le Istituzioni locali. A Giugliano, nonostante le rassicurazioni della Protezione Civile ricevute nel 2008, nella persona di Guido Bertolaso, si è scoperto poi che per anni si perpetravano azioni criminali di sversamento di percolato in mare che hanno forse irrimediabilmente distrutto un patrimonio naturale. A Terzigno è stata più volte messa sotto sequestro la discarica per infiltrazioni camorristiche nella gestione della stessa.

È chiaro che oggi, appena si nomina un territorio come possibile sito di discarica i cittadini protestino vivacemente contro una sciagurata ipotesi di questo tipo, che potrebbe rapidamente tradursi in appetibile sversatoio da parte della criminalità per i rifiuti tossici provenienti dalle industrie del nord.

È così quindi che è nato anche il nostro Comitato, dopo che il Presidente della Provincia di Napoli, Luigi Cesaro, ha nominato, a fine 2010, Afragola e dintorni come possibile sito di una discarica.

Ci siamo dapprima indignati, ben consci dello scempio ambientale a cui è già sottoposto da anni il nostro territorio e a cui saremmo andati ulteriormente incontro, poi abbiamo iniziato un percorso che ha consentito una rapida crescita nella strategia e negli obiettivi del nostro Comitato. Continua a leggere

Annunci

Appello ai cittadini napoletani

13 Apr

Ci rivolgiamo a tutti i cittadini napoletani che il 15 e 16 maggio sono chiamati a votare per le elezioni a Sindaco di Napoli.

Mai come oggi l’intera partita si gioca sulla questione rifiuti. Napoli deve dimostrare di essere al passo delle grandi città del terzo millennio e per fare ciò deve innanzitutto risolvere il suo problema più spinoso, il problema dello smaltimento rifiuti, appunto.

Il vostro voto è determinante in questo senso. Nel va del vostro futuro, meditatelo bene, ponderatelo, soprattutto non svendetelo.

Valutate tutti i candidati a sindaco leggendo e sentendo le loro proposte e le loro idee in proposito alla risoluzione di questo problema. Un problema che deve diventare RISORSA per l’intera Campania.

Diffidate di quei candidati che non affrontano affatto il problema o peggio continuano a parlarvi di discariche ed inceneritori. Un piano con discariche ed inceneritori non è in linea con l’orientamento dettato dalla Comunità europea. Soprattutto perché il rifiuto non va stoccato e bruciato, bensì riciclato, restituito alla natura o all’industria, cioè lì dove nasce.

Decidete di votare solo chi vi parlerà di raccolta differenziata porta a porta, di siti di compostaggio, isole ecologiche, politiche di incentivo al riuso, riciclo, riduzione dei rifiuti, riduzione degli imballaggi a monte, utilizzo del prodotto sfuso, iniziative per favorire l’abolizione definitiva dei sacchetti di plastica, iniziative che scoraggino l’utilizzo degli usa e getta, impianti per il trattamento meccanico manuale del secco indifferenziato. E’ questa la strada maestra, e i comitati di cittadini lo gridano in piazza da anni, inascoltati.

Maturate quindi il vostro voto sulla base di queste considerazioni, vi renderete protagonisti del vostro futuro.

COMITATO NO DISCARICHE NORD NAPOLI

Seconda richiesta del tavolo tecnico al Comune di Afragola

7 Feb

Dopo il primo rifiuto, abbiamo inviato al Comune di Afragola una seconda richiesta di tavolo tecnico, circostanziando meglio i nostri obiettivi. Eccone il testo integrale:

 

 

 

COMITATO di cittadini

per il NO alle discariche

Comuni a Nord di Napoli

Al Sindaco del Comune di Afragola, dott. Sen. Vincenzo Nespoli

All’Assessore all’Ecologia e Tutela ambientale, sig. Giuseppe Zanfardino

Al Dirigente del Settore Ambiente, Arch. Giuseppe De Luca

Al Presidente della Commissione Consiliare per l’Ambiente, dott. Vincenzo Zucchini

Oggetto: Chiarimenti e nuova Richiesta tavolo tecnico permanente di confronto

Egregio sig. Sindaco,

a seguito della nostra conversazione telefonica dello scorso 31 gennaio 2011 nella quale Lei comunicava al sottoscritto l’intenzione di non accettare la nostra richiesta di tavolo tecnico permanente sulla questione rifiuti, come Comitato riteniamo necessario fornirle con la presente alcuni doverosi chiarimenti allo scopo di sgombrare il campo da eventuali equivoci.

Il nostro Comitato è denominato ‘Comitato Antidiscarica dei Comuni a Nord di Napoli’. Siamo nati da Afragola per abbracciare un territorio di azione che si estende ai Comuni a Nord di Napoli. Siamo contrari al sistema delle discariche ovunque, e non solo ad Afragola. E’ questo il motivo per cui eravamo in prima fila alla recente manifestazione dei 10.000 a Quarto e lo saremo ancora in segno di solidarietà ai cittadini di qualsiasi Comune dovesse trovarsi minacciato da una tale scellerata prospettiva.

Il nostro Comitato vanta centinaia di adesioni di cittadini di vari Comuni dell’hinterland a Nord di Napoli e stiamo chiedendo il medesimo tavolo tecnico alle Amministrazioni di Comuni limitrofi quali Acerra, Casalnuovo, Casoria, Cardito, Caivano, Frattamaggiore, Pomigliano d’Arco, etc. Questo sarà possibile grazie alla rete di Comitati e associazioni campane a cui aderiamo e tramite le quali possiamo contare su una forza coordinata di migliaia di cittadini che hanno un solo obiettivo, un ciclo virtuoso ed ecosostenibile dei rifiuti, che non si avvalga di discariche ed inceneritori ma che punti ad alcuni temi cardine quali: raccolta differenziata diffusa; piccoli siti di compostaggio; isole ecologiche fisse e mobili; passaggio dalla Tarsu alla Tia (tariffa che consenta la riduzione della contribuzione ai cittadini più virtuosi nella raccolta); soluzioni evolute per lo smaltimento della piccola frazione residua di secco indifferenziato; iniziative concrete e politiche che puntino agli imballaggi zero e ai rifiuti zero attraverso attività di comunicazione, formazione, educazione per la cultura del riuso e del riciclo; iniziative che scoraggino l’utilizzo dei sacchetti di plastica per la spesa; iniziative di bonifica del territorio.

Il nostro contributo vuole essere di supporto alle Istituzioni per mettere in atto iniziative concrete congiunte. Siamo certi che le Amministrazioni locali, con il contributo diretto dei cittadini, attraverso il nostro Comitato, possano davvero invertire la rotta ed iniziare ad intraprendere una strada che punti ad un vero ciclo virtuoso dei rifiuti.

E’ questo il motivo per cui il nostro Comitato ancora una volta

CHIEDE

a codesta Amministrazione l’istituzione immediata di un Tavolo tecnico permanente di confronto sul tema della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani, con la partecipazione dei membri del proprio direttivo, con l’Assessore e il Dirigente al Settore Ambiente nonché il Presidente della Commissione Ecologia, Ambiente e Nettezza urbana.

Afragola, 7 febbraio 2011

Il Presidente del Comitato

dott. Lucio Iavarone