Tag Archives: Leroy Merlin Afragola

Situazione Cantariello: il Comune di Casoria incontra i rappresentanti dei Comitati e dei centri commerciali dalla zona

29 Giu

Sito di stoccaggio in località Cantariello: il testo della petizione popolare

12 Mag

Alla Procura della Repubblica di Napoli

Al Prefetto della Provincia di Napoli

Al Commissario Straordinario per le Bonifiche

Al Presidente della Regione Campania

Al Presidente Commissione Bonifiche Regione Campania

All’Attenzione dell’Astir – Dott. Malvano Franco

Al Presidente della Provincia

Al Sindaco di Casoria

Al Sindaco di Afragola

Ai Carabinieri di Casoria

All’Assessore all’Ambiente di Casoria

Al Presidente di Casoria Ambiente spa

Al Comandante della Polizia Municipale di Casoria

Al Direttore Asl Casoria

Agli organi di stampa locali e nazionali

PETIZIONE POPOLARE

I cittadini residenti tra la Contrada Leutrek (zona Cantariello) di Afragola e via San Salvatore (ex euromercato) di Casoria, tutti stanchi della grave situazione di degrado ambientale e di totale illegalità, perpetrata da anni, in particolar modo per quanto concerne lo smaltimento di rifiuti pericolosi e tossici sul nostro territorio più volte ci siamo rivolti alle varie istituzioni locali presenti sul territorio per la risoluzione del problema in questione ma senza trovare mai la giusta sensibilità se non un inutile scaricabarile.

Ora, insieme alle associazioni ambientaliste Legambiente Afragola e Comitato “No Discariche Comuni a Nord di Napoli”, ritroviamo la forza per continuare a denunciare la situazione di degrado e di pericolo per la nostra salute.

Dopo diverse denunce anche a mezzo televisivo con due servizi a “Striscia la Notizia” e denunce a mezzo stampa anche attraverso “La Repubblica” ed altri giornali locali e nazionali, chiediamo con forza la bonifica immediata della discarica abusiva e sotto sequestro in località Cantariello a Casoria e di tutta l’area circostante.

La discarica, oggi sotto sequestro, è presente da anni e da troppo tempo è completamente abbandonata, ma negli ultimi mesi la montagna di rifiuti ha iniziato a fumare pericolosamente senza sosta, segno della combustione dei rifiuti (sicuramente anche tossici) sotto terra. La “puzza” è insopportabile e mortale, qui le persone si ammalano di patologie alla tiroide e le emissioni sono quotidiane e continuano 24 ore al giorno.

Il tutto a pochi metri da centri commerciali (Ikea, Leroy Merlin Uci Cinema, Mc Donald ed altro) sotto gli occhi e le narici di migliaia di automobilisti costretti a respirare fumi tossici e mortali.

Chiediamo che si provveda a monitorare costantemente il campo nomadi, ad istallare telecamere su via Cantariello e a ripulire subito la Cantariello e Via San Salvatore.

Ma la priorità assoluta e da realizzare immediatamente è la BONIFICA DELLA DISCARICA, PREVEDENDO UN INTERVENTO IMMEDIATO PER BLOCCARE I FUMI NOCIVI.

 Afragola-Casoria, 7 Maggio 2012

Il dramma del sito di stoccaggio in località Cantariello (Afragola/Casoria)

5 Apr

SECONDO VOI COSA C’È LÌ SOTTO? UNA COLLINA DI MONNEZZA RIMASTA LÌ DA 12 ANNI E CHE DA TANTI MESI FUMA INCESSANTEMENTE E PERICOLOSAMENTE FUMI NAUSEABONDI. NON E’ UNA ZONA DI GAISER O DI SORGENTI TERMALI. ALLORA? COSA C’E’ LI’ SOTTO!?!?! LI’ LA GENTE SI STA AMMALANDO!

Ogni giorno passano di lì centinaia di auto che vanno verso IKEA e Leroy Merlin, in fila sul ponte con i finestrini aperti, tutti ad inalare quel veleno! Poco distante c’è l’UCI Cinema, ritrovo di centinaia di ragazzi e adulti ogni giorno! Adesso ci hanno fatto un grande McDonald’s per i bambini, a pochissime centinaia di metri!!! POSSIBILE CHE NESSUNO SI CHIEDA COSA CI SIA LÌ SOTTO? È POSSIBILE CHE NESSUNO FACCIA NULLA?!? È POSSIBILE CHE LA REGIONE CAMPANIA NON INTERVENGA IN UNA SITUAZIONE DI EVIDENTE DISASTRO ECOLOGICO E MANIFESTO RISCHIO SANITARIO?!?!

Negli anni il Comune di Casoria, inascoltato, ha fatto e continua a fare ricorsi alla magistratura, denunce, querele, verso quelli che sono i responsabili di questo scempio. CHI? L’ex Subcommissario all’emergenza rifiuti Facchi (Presidenza del Consiglio dei Ministri) e il Consorzio di Bacino NA3. Questi due soggetti negli anni si sono rimpallati accuse e reponsabilità senza mai svuotare quel sito, benché ce ne fosse stata la possibilità concreta! Se oggi lì la gente muore è solo colpa loro! Del loro colpevole immobilismo!

La storia di questo sito di stoccaggio è da brividi, abbiamo tutta la documentazione. Presto la diffonderemo.

Stiamo organizzando una mobilitazione della popolazione per una grande manifestazione.

COMITATO NO DISCARICHE COMUNI A NORD DI NAPOLI

Gravissimo: legalità sospesa ad Afragola

13 Feb

Pubblichiamo qui il post pubblicato su Facebook dal gruppo ‘Presidio Anticamorra di Afragola’. La sede di cui si parla era anche la sede del nostro Comitato, oltre a quella di altre associazioni tra cui Libera e Legambiente. Ma noi non ci arrendiamo!

Un resoconto per capire la situazione drammatica nel Comune di Afragola

Le opere di compensazione in Via Berlinguer ad Afragola, in zona Cantariello, realizzate dai centri commerciali per essere consegnate alla città di Afragola (costituite da campetti di calcio e tennis con strutture socio-ricreative e a verde), a distanza di otto anni non erano state ancora acquisite dal comune.
Pertanto come previsto dalla convenzione tra i costruttori dei centri commerciali e il comune, erano state affidate alle associazioni locali, direttamente dai costruttori dei centri commerciali, con regolare contatto di comodato d’uso gratuito a fine 2011.
In data 7 febbraio 2012 alle 18 circa la locale Polizia Municipale ha effettuato un controllo presso la sede consegnata alle associazioni, notificando un invito a comparire con art.133cpp ai soci dell’associazione presso il comando di polizia municipale al comune.
Interrogati per lungo tempo, i soci hanno chiesto la presenza degli avvocati.
Successivamente il comandante ha interrogato amministratori e dirigenti della Nac costruzioni, società proprietaria delle strutture sportive.
Inaspettatamente la Nac dopo tale incontro ha provveduto a notificare una revoca immediata del contratto di comodato d’uso della struttura, non prevista nel contratto stesso, chiedendo alle associazioni di abbandonare immediatamente la struttura per poter essere in grado di comunicarlo al comune.
La Nac è proprietaria di quasi tutti gli immobili dei centri commerciali di Afragola.
Le associazioni locali restano in attesa di capire le reali motivazioni di tali scelte, visto che è passato meno di un anno dalla chiusura sempre ad opera dei vigili di un’altra sede che ospitava le associazioni locali.
Si provvede in queste ore a denunciare tutto l’accaduto alle autorità competenti.
L’unica dichiarazione del delegato della associazioni locali, Salvatore Iavarone, è stata “siamo sconcertati nell’assistere a fatti di tale gravità, che dimostrano quanto in città vi sia una strana attenzione rivolta proprio solo a certe associazioni locali, mentre ci sono capannoni di assessori e consiglieri comunali che meriterebbero un attenzione maggiore, come evidenziato dalla stampa locale e nazionale. Mentre in consiglio comunale siedono persone indagate e condannate, ma anche familiari di persone indagate per Camorra, per non parlare della ben nota vicenda del Sindaco e di consiglieri e suoi familiari indagati. Le autorità competenti devono intervenire, qui la situazione è preoccupante, ritengo possa esiste un problema di infiltrazione camorristica anche ad Afragola”.
Presidio Anticamorra di Afragola