Appello ai cittadini ed a coloro che hanno aderito al Comitato

20 Ott

DENUNCIAMO!!!!!

È ARRIVATO IL MOMENTO CHE OGNUNO DI NOI AGISCA FATTIVAMENTE E DIMOSTRI CHE QUELL’IMPEGNO SOCIALE, CHE SI E’ ASSUNTO CON LA PARTECIPAZIONE AL COMITATO, È VERAMENTE SENTITO.

È IL MOMENTO DI DARE UN CONTRIBUTO REALE ALLA CAUSA AMBIENTALE PER IL NOSTRO TERRITORIO.

NON POSSIAMO PIU’ CONTINUARE A SUBIRE PASSIVAMENTE I ROGHI TOSSICI CHE BRUCIANO LE NARICI! PENETRANO NEI POLMONI!!! INCANCRENISCONO LE VOSTRE CELLULE!! QUELLE DEI VOSTRI FIGLI!!!

ADESSO DOBBIAMO PASSARE ALL’AZIONE E DIMOSTRARE DI DESIDERARE DI VIVERE IN UNA CITTA’ NORMALE!!! BASTA CON LA DELEGA!!!

 DOBBIAMO AGIRE DI PERSONA!!!

COME?

COSI’:

Quando ci imbattiamo in un deposito di rifiuti o in una vera e propria discarica abusiva, dobbiamo fare una segnalazione (con raccomandata con avviso di ricevimento) alla Procura della Repubblica, al sindaco (eventualmente anche solo protocollandola al Comune) e, se i rifiuti si trovano all’esterno del centro abitato, anche alla Provincia.

Sicuramente allegando alcune fotografie. E’ importante che in queste foto ci sia anche un quotidiano del giorno in primo piano in modo da dimostrare la data in cui la foto è stata scattata.

In allegato trovate i primi due file di segnalazione alla Procura e al sindaco del Comune. Se è necessario farlo anche alla Provincia potete utilizzare quello del Comune modificando l’intestazione.

Questa prima denuncia è FONDAMENTALE. Segnatevi bene la data in cui ricevete la ricevuta di ritorno della raccomandata oppure il numero di protocollo quando andate al Comune.

Da questo momento, il sindaco (o il presidente della Provincia) è tenuto a provvedere entro 30 giorni. O almeno, entro lo stesso termine, a rispondere alla nostra segnalazione, per esporre le ragioni del ritardo. Se non lo fa, è colpevole del reato di omissione di atti d’ufficio (art. 328 del codice penale), punibile con la reclusione fino a un anno o con la multa fino a 1.032 euro.

Trascorsi i 30 giorni, possiamo inviare alla Procura la denuncia (terzo file allegato) in cui chiediamo di agire penalmente. Quindi mandiamo un esposto alla Procura della Repubblica competente, nei confronti del sindaco (o del presidente della Provincia) inadempiente.

La Procura è obbligata ad avviare l’azione penale.

LE DISCARICHE ABUSIVE SONO QUELLE CHE DANNO ORIGINE AI ROGHI. I ROGHI APPICCATI DAI ROM E DALLA CAMORRA. QUINDI SONO QUELLI CHE DOBBIAMO ATTACCARE.

IL SINDACO E IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA, SE SOLLECITATI DA TANTISSIME DENUNCE SARANNO COSTRETTI A RIMUOVERE COSTANTEMENTE I RIFIUTI NELLE ZONE INDICATE. QUESTO E’ UN PRIMO PASSO CON CUI NOI CITTADINI POSSIAMO CONCRETAMENTE CONTRIBUIRE A DEBELLARE I ROGHI TOSSICI.

MI RACCOMANDO!! È TUTTO MOLTO SEMPLICE. SVEGLIATEVI DAL LETARGO…. COMINCIATE A DENUNCIARE!!!

Esempio di segnalazione al Sindaco

Esempio di esposto alla Procura della Repubblica

Esempio del secondo esposto alla Procura della Repubblica

Annunci

Una Risposta to “Appello ai cittadini ed a coloro che hanno aderito al Comitato”

  1. Gennaro novembre 11, 2011 a 3:56 pm #

    nessuna DISCARICA a Casoria ne altrove, non si barattano le nostre città per la costruzione di siti alternativi ecosostenibili come i centri di riciclo e riuso della differenziata (Plastica, Vetro, Alluminio e Ferro, Carta e Cartone etc). Il no alla discarica doveva venire senza se e senza ma dal Sindaco Carfora e la sua Amministrazione. Un accordo di programma voluto fortemente dal Sig Caldoro e da Giggino ‘a purpetta alias Cesaro che vuole far ricadere su tutta la provincia Napoletana il veleno prodotto dal percolato dello stir di Giugliano, territorio già massacrato dall’inquinamento, ora vogliono inquinare il resto della Proivincia inventandosi Cave da riempire di MONNEZZA come loro.
    Non solo diciamo NO!!! ma vi diciamo signori “politicanti” giù le mani dal territorio casoriano e dalle province napoletane. Se preferite la guerra che guerra sia.
    Vardè, Cesaro, Caldoro, il rifiuto CER 19.05.03 portatevelo a casa vostra erigeremo barricate senza precedenti. Questa volta non ci faremo raggirare e inculare.
    Allora dovete incentivare i comuni a fare più differenziata arrivare all’ 80% DOVETE PRETENDERE DIFFERENZIATA, METTENDO A DISPOSIZIONI CENTRI E IMPIANTI ALTERNATIVI COME IL CENTRO DI RICICLO DI VEDELAGO TV.
    ALLONTANATE L’IDEA DI INQUINARE ULTERIORMENTE LE NOSTRE CITTA’ NE A CASORIA NE ALTROVE.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: