Archivio | 9:00 pm

Lo scandalo e la vergogna

4 Feb

Scarica il volantino in formato jpg

Annunci

I nostri sì ed i nostri no

4 Feb

I PERCHE’ dei NO ALLA DISCARICA AD AFRAGOLA

E NEI TERRITORI A NORD DI NAPOLI

QUALI SONO I NOSTRI SI’

 

NO: Afragola, Acerra, Casalnuovo e più in là fino a Pomigliano e Nola sono già tristemente noti come il TRIANGOLO DELLA MORTE per l’altissima incidenza di tumori causati da anni di sversamenti illegali di rifiuti tossici e da continui roghi di materiale cancerogeno. Questi territori vanno dunque BONIFICATI e non ulteriormente martoriati, avviliti, avvelenati, condannati ad una morte inesorabile;

SI’: Vogliamo politiche regionali e locali di disincentivazione all’uso di imballaggi, iniziative di sensibilizzazione alla riduzione dei rifiuti con diffusione della cultura del riuso, controlli stringenti per il rispetto delle nuove normative sull’abolizione dei sacchetti di plastica;

NO: non vogliamo essere costretti a scappare a causa della puzza insopportabile, perché il territorio sarebbe oggetto di transito giornaliero di centinaia di veicoli colmi di monnezza non solo per la paventata discarica ma anche per gli altri siti di trattamento dei rifiuti che esistono o dovrebbero a breve essere insediati sul territorio. Afragola e i Comuni limitrofi sono tristemente noti per essere a forte incidenza camorristica. Creare pretesti legali per l’arrivo di centinaia di camion di rifiuti nella zona renderebbe ancora più incontrollabile le attività illegali di sversamenti tossici.

SI’: Vogliamo invece una raccolta differenziata seria e razionalizzata estesa a tutto il territorio, con raccolta della frazione umida e realizzazione di piccoli siti di compostaggio intercomunali e isole ecologiche attrezzate e collegate ad iniziative per la raccolta di crediti da parte del cittadino al fine di abbattere la tarsu agli utenti più virtuosi;

NO: Afragola deve puntare al rilancio del proprio territorio, non possiamo insediare un paesaggio di desolazione e sporcizia nei pressi della Stazione TAV e dei suoi futuri svincoli viari. Quella zona deve costituire nell’immediato futuro un volano di sviluppo ed un biglietto da visita per il nostro territorio e non può essere già oggi condannata ad essere fotografia di degrado;

SI’: Instauriamo un ciclo virtuoso dei rifiuti, vogliamo coinvolgere tutte le associazioni locali, le scuole, le comunità e nuclei aggregativi di vario tipo per rendere capillare la comunicazione e la cultura circa un modo corretto di gestione dei rifiuti. Promuoveremo incontri, iniziative, convegni con esperti scientifici per sensibilizzare Istituzioni e cittadinanza sulla base di proposte concrete.

Vista l’assenza delle Istituzioni sono i cittadini, direttamente attraverso questo Comitato, che potranno esprimere il proprio punto di vista e le proprie idee per la risoluzione definitiva del problema rifiuti.

Scarica il volantino